La sostenibilità protagonista durante la stagione EcoloTor

Si è conclusa sabato 6 ottobre la stagione degli eventi firmati EcoLoTor, giunta ormai al terzo anno per la gestione della sostenibilità ambientale degli eventi organizzati da VDA Trailers. A partire dal 2018 il progetto ha incluso il Gran Trail di Courmayeur che si è tenuto il 14 e il 15 di luglio e l’Arrancabirra una manifestazione goliardica che si è tenuta il 6 ottobre oltre al Tor des Géants, capofila dei progetti green di tutti gli eventi organizzati in Valle d’Aosta.

Durante il Gran Trail di Courmayeur i partecipanti del trail da 30 km hanno ricevuto dei tag da applicare sulle scorte alimentari, in modo da scoraggiare il più possibile il littering, pena la squalificazione dalla gara. A seguire gli atleti, oltre alle normali scope mediche, quest’anno sono state introdotte le eco-scope, il cui obiettivo era di ripulire i sentieri da eventuali rifiuti. Per quanto riguarda invece il Tor des Geants l’attenzione alla sostenibilità si è sviluppata seguendo questi tre aspetti: la gestione dei rifiuti partendo dall’analisi degli approvvigionamenti, l’utilizzo di energia rinnovabile e il contrasto agli sprechi alimentari. Infine per quanto

riguarda l’Arrancabirra, si è svolta la raccolta dell’alluminio in quanto i concorrenti incontrano lungo il percorso 5 punti ristoro dove devono bere la birra servita in lattine da 33 cl.

«Da quando è iniziata la collaborazione con VdA Trailers – dichiara Roberto Cavallo, CEO di Erica ed eco-runner-  sono stati fatti passi da gigante per la gestione sostenibile del Tor des Géants. Per questo abbiamo deciso di estendere il progetto di sostenibilità a tutte le manifestazioni organizzate da VDA Trailers. I dati sempre più drammatici di emissioni in atmosfera, quantità di plastica dei mari, dissesti idrogeologici e fenomeni atmosferici improvvisi e sempre più violenti a causa del cambiamento climatico ci impongono ancor più impegno e un passo deciso verso la sostenibilità.».

Ora un po’ di numeri, durante Gran Trail di Courmayeur il 78% plastica, lo 0,5% alluminio, il 21,5% non riciclabile sono stati differenziati e per quanto riguarda i primi due materiali, avviati a riciclo, mentre durante il Tor des Géants il 91% dei rifiuti totali è stato avviato a riciclo.  Presso ogni base vita e all’arrivo a Courmayeur sono state istituite le isole ecologiche dove differen

ziare e conferire i rifiuti, inoltre sulla linea di arrivo a Courmayeur in entrambi gli eventi è stato anche posizionato un raccoglitore di scarpe usurate. Infine per quanto riguarda l’Arrancabirra sono state avviate a riciclo ben il 93% delle lattine utilizzate.

Il progetto EcoLoTor è sostenuto da Eurosintex, ESO – esosport run, Ricrea – Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, De Vizia Transfer Spa, Valeco Spa, Tetra Pak, Gruppo Lucart, Eco.Energia con il progetto Olly.

Partner tecnici: Stone Project, Assobioplastiche ed Ecozema, GM Energia e la campagna “Menu for Change” di Slow Food.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *