Gran Trail Courmayeur, il primo trail al mondo senza rifiuti!

Domenica 15 luglio anche le nostre eco-scope hanno tagliato il traguardo del Gran Trail di Courmayeur, il primo trail al mondo ad aver tracciato tutte le scorte alimentari dei partecipanti azzerando di fatto l’abbandono dei rifiuti. Sono stati oltre mille gli iscritti alla gara, di cui oltre seicentosessanta alla 105 km tra cui anche Enzo La Montagna e Andrea Benedetti, trecento gli iscritti alla gara di 30 km che ha visto la partecipazione in prima linea di Roberto Cavallo.

«Dopo la positiva esperienza dello scorso settembre, portare il progetto EcoloTor al Gran Trail Courmayeur era una sfida ancora più intrigante ed interessante-spiega Roberto Cavallo, ecorunner e a.d. di E.R.I.C.A. Essere il primo trail al mondo che ha di fatto eliminato ogni rifiuto lungo il tracciato ci riempie di orgoglio spingendoci a continuare su questo percorso.». 

Il progetto EcoloTor prevedeva l’applicazione per tutti i partecipanti alla gara dei 30 km di tag adesivi su tutte le scorte alimentari, dai gel alle bustine, dalle bottiglie agli integratori. Una volta consumati, i rifiuti taggati dovevano essere conferiti soltanto negli appositi contenitori rosa presenti nei quattro punti ristoro del tracciato, per consentirne la rilevazione tramite un lettore speciale R-FID. Al termine, lungo il percorso, alcune squadre di volontari, denominate eco-scope hanno percorso il tracciato alla ricerca di rifiuti abbandonati in natura. Ebbene, forse per il pericolo di squalifica (per regolamento, l’atleta sorpreso ad abbandonare un rifiuto in natura era poteva essere squalificato) o per il deterrente del tag, o per la maggiore consapevolezza di un rispetto della natura necessario in manifestazioni come, le eco-scope sono tornate indietro a mani vuote, senza trovare nessun rifiuto abbandonato in natura. Un risultato eccezionale che può far definire il Gran Trail Courmayeur 2018 come la prima gara senza nessun rifiuto abbandonato in natura!

La sperimentazione EcoLoTor al Gran Trail Courmayeur 2018 è stata possibile grazie alla partnership con Eurosintex, che ha messo a disposizione la propria tecnologia R-FID per il rilevamento dei tag, al supporto di esosport run, che ha posizionato il contenitore ESObox dedicato alla raccolta di vecchie scarpe presso i punti consegna dei pettorali e alla partenza; e grazie al sostegno di Ricrea – Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio; De Vizia Transfer Spa; Valeco Spa; Tetra Pak, Gruppo Lucart, Eco Energia con il progetto Olly.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *